[Spreadsheet 4]. Gestione delle celle di un foglio di lavoro.

Quando si apre Excel ci si presenta un foglio di lavoro vuoto. La posizione della cella attiva è evidenziata dal suo bordo in grassetto. Quando si apre un nuovo documento di lavoro, la prima cella attiva è quella in alto a sinistra.  Inserendo delle informazioni, queste andranno inserite nella cella attiva.

Col mouse o la tastiera è possibile selezionare qualsiasi cella rendendola attiva. Col mouse basta posizionarsi dove si vuole attivare la cella; con la tastiera si usano i tasti direzionali per raggiungere la nuova cella.

In Excel il termine “testo” significa una qualsiasi combinazione di lettere o lettere e numeri. Tuttavia, è sempre meglio assicurarsi, prima di iniziare a scrivere, che la cella in cui si è posizionati sia attiva.

Il testo che si digita inizia sempre a sinistra nella cella; se il testo eccede la lunghezza della cella, la parte eccedente viene scritta sulla cella successiva. Alla fine della digitazione, premendo “Invio”  il puntatore si posizionerà sulla cella sottostante.

Se scriviamo qualcosa sulla cella adiacente la prima, questo testo si sovrapporrà a quello precedente e apparirà – perciò – troncato. Sebbene una cella possa contenere fino a 32767 caratteri, è bene che nella creazione di elenchi ogni cella contenga un solo dato.

Se creiamo una colonna “Nominativo”, in un foglio Excel, non possiamo ordinare i dati per cognome, ma se suddividiamo il campo “Nominativo” in due colonne, “Nome” e “Cognome” allora il problema trova soluzione. In Excel, inoltre, è molto più semplice combinare due celle in un singolo valore, piuttosto che spezzare la cella in uno dei suoi componenti.

Per essere definita numerica, una cella deve contenere solo numeri.  Se un numero, nella sua parte finale dopo la virgola, contiene lo 0, questo verrà omesso. Ad esempio:

  • 125,50 verrà visualizzato 125,5 .

I numeri possono essere:

  • indipendenti, oppure
  • usati per calcolare altri valori

In un foglio di lavoro si possono inserire date. Excel considera le date come numeri a tutti gli effetti così da poterle usare nei calcoli e per determinare le scadenze. Inserendo una data nel foglio di Excel, quest’ultimo la formatta come tale e memorizza il numero seriale che la rappresenta.

Ogni singolo giorno viene descritto da una valore “data seriale” la cui numerazione inizia da 1, cioè 1/1/1900. Quando si inserisce una data in una cella, Excel la registra come un valore seriale che rappresenta il numero di giorni trascorsi dal 1/1/1900. In tal senso, la data 15/4/2007 è rappresentata dal valore seriale 39187 che è il numero di giorni intercorsi tra la data d’inizio, 1/1/1900 e il 15/4/2007.

Nonostante Excel registri una data come valore seriale, essa non deve – necessariamente – essere inserita in questo modo. Sarà sufficiente inserirla usando come separatore il simbolo “/”.

Ci sono casi in cui è necessario selezionare tutte le celle per applicarvi un unico comando. Un gruppo di celle selezionato è detto “intervallo” o “range”. Un intervallo di celle può essere formato da celle adiacenti o non adiacenti.

Un intervallo selezionato è evidenziato da un bordo in grassetto con tutte le celle ombreggiate ad eccezione della cella attiva. In un foglio di lavoro si possono selezionare da 1 a miliardi di celle.

Per selezionare un piccolo intervallo, occorre tenere premuto il pulsante sinistro del mouse e trascinare la selezione dalla prima all’ultima cella. A selezione avvenuta si può rilasciare il pulsante del mouse. In alternativa, utilizzando la tastiera, bisogna fare clic sulla prima cella dell’intervallo, premere i tasti di direzione tenendo premuto il tasto “Shift” per estendere la selezione.

Per selezionare una porzione estesa di celle, occorre fare clic sulla prima cella dell’intervallo, quindi premendo il tasto “Shift” cliccare sull’ultima cella dell’intervallo desiderato.

Infine, per selezionare tutte le celle dell’intervallo, bisogna cliccare sul pulsante “Seleziona tutto”, rappresentato dal punto di intersezione fra righe e colonne in alto a sinistra del foglio.

Si può selezionare un intervallo di celle non adiacenti, usando il mouse in combinazione col tasto “CTRL”. Questo è un metodo utile per selezionare diversi insiemi di celle cui applicare i medesimi comandi.

La selezione di insiemi non adiacenti comporta l’uso congiunto di mouse e tastiera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *