[Spreadsheet 10]. Formattazione di numeri, date e testo.

Cosa vuol dire formattare un numero? Vuol dire applicarvi un formato di visualizzazione che ne permette una più facile lettura o comprensione.

Un numero può essere formattato usando lo strumento “Numeri” nella scheda “HOME” della barra multifunzione per applicare la formattazione predefinita, oppure aprendo lo strumento “Numeri” nella finestra di dialogo “Formato celle” per una più ampia personalizzazione.

La formattazione può essere tolta selezionando nel gruppo “Modifica ” della scheda “HOME”, lo strumento “Cancella” ed infine il comando “Cancella formati”.

Il formato implicito delle celle contenente valori numerici, è il formato appartenente alla categoria “Generale” della scheda “HOME”. Si possono visualizzare i numeri con il simbolo di “valuta” e il separatore delle migliaia usando alternativamente la categoria “valuta” o “contabilità”. Qual è la differenza tra le due categorie? Nel primo caso il simbolo della valuta precede il numero; nel secondo si allinea alla sinistra della cella. Si può anche visualizzare il numero col simbolo “%” utilizzando la categoria “percentuale”. Il valore “percentuale” moltiplica il contenuto della cella per cento, visualizzando il numero senza decimali. La barra della formula visualizza interamente la precisione decimale della percentuale che può, invece, essere approssimata nel foglio di Excel.

Si possono visualizzare i numeri con il simbolo “.” come separatore delle migliaia, usando lo strumento “Stile separatore”. Con questo formato il numero verrà visualizzato con due cifre decimali, oltre al punto come separatore delle migliaia.

Le cifre decimali, il loro numero, può essere incrementato o decrementato in base a quante se ne vogliono visualizzare. Lo si può fare, sempre dallo strumento “Numeri”, tramite i pulsanti “aumenta i decimali” o “diminuisci i decimali”.

Al variare del numero di decimali, Excel applica un arrotondamento alla visualizzazione degli stessi sulla base del valore del primo decimale nascosto.

Il criterio di arrotondamento è quello usualmente utilizzato. Se il primo decimale nascosto ha un valore tra 0 e 4 il decimale non subisce variazioni, altrimenti viene incrementato di 1. La formattazione decimale – tuttavia – non modifica la precisione del numero interessato che rimarrà sempre visibile sulla barra della formula.

Da notare che nei calcoli si utilizza sempre il numero completo, non arrotondato, come visualizzato nella barra della formula. La visualizzazione del numero delle celle è vincolato al numero delle cifre decimali e soggetta ad arrotondamento, pertanto i risultati nel foglio di lavoro possono sembrare sbagliati.

Excel possiede una serie di formati predefiniti per la data e l’ora. Una data può essere rappresentata solo con valori numerici, oppure col mese in formato alfanumerico, utilizzando i primi tre caratteri o il nome esteso. La data può essere poi accompagnata dall’ora, espressa nel formato 12 o 24 ore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *