[Spreadsheet 12]. Modifica di grafici.

I grafici di Excel contengono diversi elementi chiamati “oggetti”. Gli oggetti possono essere identificati per mezzo del posizionamento del mouse che ne descrive la caratteristica, visualizzandone il nome.

Il grafico di base non contiene un titolo, ma questo può essere aggiunto selezionando lo strumento “Titolo del grafico” della scheda “Layout” e scegliendo poi uno dei posizionamenti per il titolo, come indicato. Quando si inserisce il titolo, Excel crea in automatico una casella di testo con la scritta predefinita “Titolo del grafico”, ridimensionando anche – qualora necessario – l’area del tracciato. Il testo predefinito – quindi – si può modificare con un testo desiderato.

Se il titolo di un grafico non fosse più necessario, lo si può eliminare. Per rimuovere un titolo occorre selezionarlo e premere il tasto “CANC”. Ogni serie di dati, in un grafico, è visualizzata con un colore (o un motivo) univoco, ed è rappresentata nella legenda del grafico.

Per aggiungere delle informazioni a tutte le serie o solo ad una serie specifica o ad un singolo punto dati, si possono aggiungere delle “Etichette dati” al grafico. Utilizzando il comando “Altre opzioni”, “Etichette dati” è possibile definire quali informazioni visualizzare e dove posizionarle, in modo da rendere la lettura delle stesse, migliore. Qualora vi fossero più informazioni, le voci delle etichette verrebbero separate da un “;” o da un altro separatore specificato dall’utente. Nei grafici tridimensionali è possibile modificare la visualizzazione 3D per ottenere un maggiore e più realistico impatto visivo.  Il comando “Rotazione 3D” (sempre nella scheda “Layout”) apre la finestra di dialogo “Formato elemento selezionato”, nello specifico l’area del grafico in cui si possono modificare i valori di rotazione e prospettiva. La modifica della visualizzazione 3D può migliorare l’aspetto del grafico. Con l’opzione “Angolo retto” si elimina la prospettiva e deselezionando “Ridimensionamento automatico” si variano la profondità e l’altezza del grafico.

Gli elementi del grafico possono essere formattati con gli strumenti presenti nella scheda “Formato”.

Le opzioni di formattazione disponibili dipendono, tuttavia, dall’elemento del grafico selezionato il cui nome è visibile nel gruppo “Selezione corrente”.

Se si vuole modificare il colore dello sfondo del grafico, bisogna cliccare sullo strumento “Riempimento forma” del gruppo “Stili forma”, quindi selezionare il colore desiderato.  Si può anche selezionare l’elemento desiderato direttamente dall’elenco associato allo strumento “Elementi grafico”. Selezionata, per esempio, la legenda, si può procedere alla sua formattazione. Si può anche modificare il formato dei testi presenti sul grafico, come il titolo, la legenda, l’asse dei valori, le categorie, le etichette dati. Una volta selezionato l’oggetto, si possono utilizzare gli strumenti nella scheda “Formato” del gruppo “Stili WordArt”.

Un grafico si può trovare sullo stesso foglio dei dati di origine, su un altro foglio, o su un proprio foglio chiamato “Grafico n”, dove n è un numero sequenziale attribuito ad ogni nuovo foglio grafico generato.

Il comando “Sposta grafico” del gruppo “Posizione” della scheda “Progettazione” consente di modificare la posizione attuale. Se si sceglie di posizionare il grafico su un nuovo foglio grafico, quest’ultimo sarà inserito alla sinistra dell’ultimo foglio di lavoro che contiene i dati di origine del grafico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *